Parliamo oggi di Microworkers, un sito piuttosto popolare in cui guadagnare delle piccole somme non è un miraggio. Continuate a leggere l’articolo per imparare a conoscere questo servizio!

 

L’idea.

Microworkers, come il nome lascia intendere, è una piattaforma che offre la possibilità di effettuare dei “micro-lavori” in cambio di compenso in denaro. Nessuna competenza è richiesta, al massimo una conoscenza anche basilare dell’inglese ti sarà d’aiuto, dato che il sito è completamente in inglese.

 

Lavoriamo?

Cosa sono questi “micro-lavori” allora? Una volta effettuato il login, la schermata principale che vi si aprirà davanti sarà così:

MicroworkersMa andiamo ad analizzare alcune categorie:

Sign up: vi sarà richiesta l’iscrizione a dei siti. Pagamento: 0.10-1$;

– Click, search: il lavoratore dovrà effettuare ricerche su Google, Amazon, Bing… e cliccare su siti, prodotti. Pagamento: 0.05-0.50$;

Bookmark: è richiesta la condivisione su social network quali Google Plus, Pinterest, Tumblr, Stumbleupon, Twitter… Pagamento: 0.10-0.50$;

Google: vi viene richiesto di compiere delle azioni su Google Plus. Pagamento: 0.10-0.50$;

Twitter: retwitta, segui, posta dei brevi tweet. Pagamento: 0.10-0.30$;

Facebook: condividi post, metti mi piace alle pagine, commenta. Pagamento: 0.20-0.80$;

Yahoo Answers/Forums: rispettivamente, rispondi su Yahoo Answers o posta su forum. Pagamento: 0.30-0.80$;

Download-Install/Classifieds Posting: installa dei programmi sul tuo PC oppure delle app per Android o iOS. Pagamento: 0.30-5$;

Comment on blog/Write a review/Write an article: in questo caso si tratta di usare la vostra abilità creativa per commentare o scrivere recensioni o articoli. Specialmente per gli articoli, il pagamento è piuttosto consistente. Pagamento: 0.50-8$.

 

Funzionamento.

Se hai trovato il lavoretto che fa per te, cliccaci sopra e leggi le istruzioni. Seguile alla lettera ed esaudisci le richieste del tuo “datore di lavoro” alla perfezione. Infatti il tuo datore, una volta ricevuta la prova dell’avvenuto completamento del compito, analizzerà e valuterà il risultato: sarà accreditato il pagamento una volta che il datore avrà verificato che il lavoro è stato svolto perfettamente. Altrimenti, non riceverai la tua ricompensa.

Diciamo però che i vari lavori sono piuttosto semplici, quindi non avrai problemi a portarli a termine.

 

Pagamento.

Il payout è fissato a 9$, che può sembrare alto, ma in realtà è facilmente raggiungibile spendendo solo pochi minuti al giorno. Quotidianamente vengono postati nuovi lavori, pertanto non sarà difficile trovare qualche opportunità adatta. Al raggiungimento del primo payout, dovrai assicurarti che il tuo indirizzo di casa sia inserito correttamente nella piattaforma: Microworkers ti invierà a casa una lettera, in cui troverai il Codice PIN necessario per sbloccare i pagamenti. Una volta inserito, potrai ritirare i tuoi compensi una volta raggiunta appunto la soglia di 9$.

Ad ogni prelievo di denaro, viene applicata la tariffa del 9%

Microworkers paga via Paypal, solitamente entro 2-3 giorni massimo.

Ecco qui la mia “Withdrawal history”:

Microworkers payment

In pratica, circa 70$ senza nemmeno troppa fatica e senza utilizzare nemmeno tutti i giorni il servizio.

Tuttavia, bisogna tenere a mente che i guadagni non sono stellari. Tratta questo sito né più né meno come un passatempo.

 

Consigli.

Il mio consiglio è quello di:

Fare un nuovo indirizzo email: spesso ti iscriverai a servizi/siti/newsletter. Utilizzando la tua email principale, il rischio è quello di intasarla e renderla inutilizzabile.

Aprire nuovi account social, su Twitter, Facebook, Google Plus, Pinterest, Stumbleupon: spesso dovrete compiere azioni (follow, condivisioni, mi piace) per servizi di cui vi interessa meno di zero. Tieni “puliti” i tuoi account social personali e aprine di nuovi per lavorare con Microworkers.

Conclusione.

+ lavori semplicissimi e numerosi, payout facilmente raggiungibile, non occupa molto tempo

– tariffa del 9% per ogni richiesta di denaro, ripetitivo, niente community, necessità di utilizzare email/account social diversi da quelli personali (per evitare spam), nessun programma affiliati, richiesta conoscenza base di inglese

Voto: 7,5/10

 

 

Fai sapere cosa ne pensi di Microworkers commentando sotto qui!

 

 

Microworkers: recensione
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Tag:                     

13 pensieri su “Microworkers: recensione

  • 11 luglio 2014 alle 20:41
    Permalink

    Alla lunga stanca, però ho avuto un buon ritorno. Consigliato! (Finché non vi rompete le scatole ahahaha)

    Rispondi
  • 16 luglio 2015 alle 6:46
    Permalink

    un buon modo per occupare il proprio tempo libero… certo non si guadagnano migliaia di euro ma è sempre qualcosa !!!

    Rispondi
  • 9 febbraio 2016 alle 10:59
    Permalink

    Ciao, articolo molto interessante, anche perché non trovo molte informazioni sul sito (sarà perché non si fanno referrals e quindi a nessuno interessa parlarne? 🙂 )
    Comunque avrei una piccola domanda, spero sia consona e non troppo specifica:
    Tra i vari jobs, sono numerosi quelli che richiedono semplicemente Like e reTweet;
    Tralasciando il fatto che i miei account rispettano i requisiti dell’ employer, l’URL ripetuto più e più volte nelle istruzioni mi rimanda ad un pagina bianca con scritto “Malformed URL”, questo in TUTTI i jobs di questo tipo, nessuno escluso. Probabilmente sono io l’ignorante in materia, mi chiedevo se capitasse anche ad altri o se semplicemente sono io che salto un passaggio elementare, ciao 🙂

    Rispondi
    • 9 febbraio 2016 alle 11:30
      Permalink

      Ciao e grazie per essere passato!
      In realtà non mi è mai capitata una cosa del genere… Non ti so rispondere sinceramente! Magari puoi mettere un link ad uno di questi jobs?
      Così posso vedere se capita anche a me 🙂

      Sul fatto che se ne parli poco, concordo. In realtà è un sito piuttosto valido, richiede pochissimo impegno.
      Se vuoi un ulteriore scambio di opinioni, non esitare a contattarmi all’indirizzo magicoguadagnoonline@gmail.com 😉

      Rispondi
  • 1 maggio 2016 alle 21:56
    Permalink

    Uso Microworker da qualche mese,e mi trovo bene! E’ un buon sistema per arrotondare,non impegnativo e sempre puntuale e veloce nei pagamenti.

    Rispondi
  • 14 giugno 2016 alle 14:05
    Permalink

    Ho appena iniziato, ma mi trovo già abbastanza bene. Il sito è semplice ed intuitivo da utilizzare, spero di riuscire a guadagnare qualcosa! 🙂

    Rispondi
  • 17 settembre 2016 alle 9:47
    Permalink

    Mi sono iscritta ma.mon capisco come funziona
    Ho provato ad accettare un lavoro facebook ed ora? Dove e cosa devo fare

    Rispondi
    • 17 settembre 2016 alle 11:23
      Permalink

      Ciao Elisa,
      grazie per essere passata!

      In ogni caso, nella schermata principale “Jobs” sono riportati tutti i lavori disponibili. Potrai poi filtrarli selezionando le categorie (Testing, Mobile applications, Surveys, Sign Up, ecc.).
      Per ogni offerta di lavoro hai la spiegazione di quello che devi fare (“What is expected from Workers?”) e quello che devi indicare per mostrare che hai davvero completato il lavoro (“Required proof that task was finished?”).
      Quindi, per venire alla tua domanda: “Dove e cosa devo fare?” E’ tutto riportato nella schermata dell’offerta di lavoro su cui hai cliccato. Se vuoi procedere con il lavoro, clicca su “I accept this job (a form will open below)” nella schermata del lavoro e lì dovrai inserire quello che viene richiesto nella sezione “Required proof that task was finished?”.
      Una volta che avrai inserito tutto quanto richiesto, clicca su “I confirm that I have completed this task”.
      A questo punto dovrai solo attendere che il “datore di lavoro” valuti quello che hai inviato, confermi che è presente tutto quello da lui richiesto e approvi il lavoro (a questo punto vedrai crescere il saldo del tuo account).
      Certo, bisogna avere un po’ di dimestichezza con l’inglese, ma è tutto abbastanza intuitivo se ti abitui 😉
      Se hai altre domande, magari anche più specifiche, chiedi pure!

      Rispondi
  • 7 ottobre 2016 alle 14:59
    Permalink

    Ciao!

    Arrivo da Microworkers stesso. Nel corso degli anni, dai 14 ai 18 (attuali), ho sempre cercato delle opportunità per il guadagno online senza investimento iniziale. Questo per permettermi di partire da 0 e arrivare in alto senza necessariamente entrare in schemi costosi e pericolosi dal punto di vista personale e finanziario.

    Microworkers è uno dei migliori siti di microworking in Italia. Clickworker non ha lavori nel nostro Paese (per quel che ho visto finora), Spare5 ti paga in noccioline, RapidWorkers ha solo CPA (ovvero ti pagano per inserire mail e quant’altro, piuttosto noioso) e quel che rimane è solo mTurk.

    mTurk è CHIARAMENTE più affidabile (essendo di Amazon) e c’è gente che ci fa gli stipendi sopra (più di 2mln di lavori disponibili ogni tanto) , ma c’è sempre da considerare che non vi verrà mai spiegato come e perché siete stati rifiutati.

    Questo per dire che 7.5 mi sembra un giusto voto, ma che nella recensione potevano anche esserci dei confronti con altri siti di questo genere. Il Microworking è a tutti gli effetti il modo più facile per guadagnare DAVVERO (anche se poco) online, quindi mi interessava particolarmente approfondire il discorso da te iniziato in questo articolo.

    Rispondi
    • 7 ottobre 2016 alle 17:09
      Permalink

      Ciao Giorgio,
      grazie per il tuo lungo e significativo commento 🙂

      In effetti concordo sul fatto che i microlavori siano il modo più semplice per fare soldi partendo da zero, senza perdere tempo con PTC o simili e schemi di investimento piramidali (e quindi truffaldini).
      Sto pensando di fare articoli anche su altri siti, con calma aggiungerò altre recensioni 😉

      Se punti a qualche guadagno da freelancer di entità ben superiore, ti consiglio di cercare, anche su questo sito, informazioni su oDesk/Upwork!
      Buona giornata

      Rispondi
        • 10 ottobre 2016 alle 8:49
          Permalink

          Facci sapere come va… 😉

          Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Clicca quiper ulteriori informazioni sull'utilizzo dei cookie.

Chiudi