Abbiamo avuto il piacere e l’onore di intervistare Martins Sulte, CEO e cofondatore di Mintos, una delle più importanti piattaforme di P2P-Lending del mercato europeo.

Se vuoi conoscere di più questa piattaforma e questo nuovo metodo di guadagno innovativo, continua a leggere.

 

D: Cos’è Mintos e quale rendimento possono attendersi gli investitori?

R: Mintos è una startup del settore della tecnofinanza (fintech) che opera come mercato di prestiti P2P e che consente agli investitori di investire in vari prestiti, provenienti da un numero sempre crescente di “originatori”. Per inserire la piattaforma in un contesto più ampio, il marketplace di Mintos funziona allo stesso modo di Amazon, dove i rivenditori vengono messi in contatto con i clienti. Nel nostro caso, però, noi colleghiamo gli originatori dei prestiti con gli investitori, a cui i prestiti vengono offerti.

Con la creazione di questo servizio, il team di Mintos offre agli investitori una _0RK9851classe di asset che in precedenza non era generalmente disponibile – l’opportunità di finanziare prestiti concessi da prestatori diversi dalle banche, che tradizionalmente hanno finanziato prestiti ricorrendo al proprio bilancio. Nel modello “P2P”, i prestatori non bancari diventano i “gestori” del prestito, mettendo in atto tutte le procedure necessarie e riscuotendo i pagamenti di capitale e interessi da parte del soggetto che prende in prestito il denaro.

Ad oggi, abbiamo registrato un ritorno annuale netto del 12,72% sugli investimenti effettuati attraverso Mintos. Consigliamo ai nostri investitori di diversificare il proprio portafoglio. I diversi prodotti di prestito e le nazioni differenti in cui vengono originati, oltre al fatto che l’investimento minimo in un prestito è di 10€, comportano che gli investitori possono creare con facilità dei portafogli di investimento ben diversificati.

 

D: La vostra crescita, durante tutto il 2015, è stata davvero sorprendente e siete riusciti a diventare una delle piattaforme europee di maggior successo. Ci puoi spiegare come tutto ha avuto inizio e quali sono state le vostre sfide più impegnative?

R: Subito dopo il lancio della piattaforma, abbiamo realizzato che, per essere competitivi su scala internazionale, dovevamo attrarre i più importanti originatori di prestiti dell’est Europa, mettendo così a disposizione degli investitori una importante offerta di prestiti.

Nel corso dell’ultimo anno e mezzo dal lancio di Mintos, la società sta viaggiando alla grande. Sono stati scambiati, attraverso Mintos, più di 43 milioni di euro di prestiti finanziati. Ad oggi (luglio 2016, n.d.r.), sulla piattaforma sono presenti più di 10 prestatori non bancari, che offrono prestiti in Repubblica ceca, Estonia, Georgia, Lettonia, Lituania e Polonia. Sul marketplace di Mintos, gli investitori possono finanziare prestiti ad imprese, prestiti garantiti da auto, mutui ipotecari e prestiti personali.

Riteniamo che la chiave della nostra rapida crescita sia l’opportunità per i nostri investitori di diversificare il proprio portafoglio di investimento all’interno di una sola piattaforma, sia dal punto di vista geografico, sia dal punto di vista delle tipologie di prestito e degli originatori. Sono già 8.500 gli investitori, provenienti da più di 40 nazioni, che hanno fatto ricorso ai nostri servizi.

 

D: Mintos è una delle prime piattaforme ad avere introdotto una “Buyback Guarantee” (garanzia di riacquisto). Puoi dirci qualcosa di più al riguardo?

R: Noi siamo stati i primi ad introdurre la “buyback guarantee”. E l’abbiamo fatto per due ordini di ragioni. Innanzitutto, abbiamo originatori di prestiti molto esperti, che possono stimare, in maniera relativamente accurata, il numero di insolvenze all’interno del proprio portafoglio. Ciò consente loro di applicare in modo efficace la garanzia di riacquisto. In secondo luogo, così facendo, gli originatori di prestiti si assicurano che gli investitori non debbano attendere le lungaggini del recupero del proprio credito.

D: Quali sono i vostri piani di espansione per il futuro? Come intendete utilizzare i 2 milioni di euro di capitale recentemente raccolto?

R: Puntiamo a diventare uno dei più importanti membri del mercato europeo – un mercato che consente la libera circolazione dei capitali, dei mercati finanziari integrati, aperti, competitivi ed efficienti e dei servizi che funzionino a vantaggio di chi richiede e di chi presta denaro.

Per raggiungere questo obiettivo, puntiamo continuamente ad aggiungere su Mintos nuovi originatori di prestito e nuove tipologie di prestito, provenienti da nazioni diverse. Per noi è altrettanto importante mantenere i nostri standard elevati e garantire un servizio clienti eccellente per gli investitori su Mintos. Investiremo questi fondi nello sviluppo del prodotto, assumendo un buon numero di altri dipendenti e collaboratori e accelerando, così, la nostra crescita in Europa.

 

D: Avete recentemente introdotto un programma “Presenta un amico” particolarmente interessante. Ci sono altri miglioramenti nella lista?

R: Il programma “Presenta un amico” è un nostro modo di dire grazie agli investitori che si sono attivamente premurati di consigliare la nostra piattaforma ai propri amici. Noi puntiamo sempre a fare in modo che la piattaforma sia user-friendly. Attualmente stiamo lavorando sulla possibilità di investire in più valute, nonché su un restyling delle pagine web, per farle diventare più rapide su più dispositivi mobili.

 

D: In Italia, il P2P Lending è ancora piuttosto sconosciuto alla maggior parte delle persone, in quanto gli italiani non sembrano così aperti alle modifiche e alle innovazioni, come invece pare che sia nella regione baltica. Come puoi convincere altri italiani ad iscriversi a Mintos?

R: L’Italia non fa eccezione. La cultura dell’investimento nell’area delle Repubbliche baltiche ha appena iniziato a crescere.

Attualmente, circa il 70% degli investimenti proviene da Estonia, Germania, Lettonia e Regno Unito. Con il fatto che gli investitori da altre parti d’Europa iniziano a conoscerci, gli importi investiti si stanno trasferendo sempre più verso l’Europa occidentale, dove la cultura del risparmio e dell’investimento è più sviluppata.

Incoraggiamo gli investitori italiani a registrarsi sulla piattaforma. È facile ottenere esperienza di investimento su Mintos – bastano 10€ per iniziare ad investire.

Oltre alla possibilità di ampia diversificazione, gli investitori possono trovare altri vantaggi significativi sulla piattaforma. Tutti i prestiti sulla piattaforma sono prefinanziati dagli originatori e, quindi, gli investitori possono iniziare a guadagnare sin dal momento in cui investono, senza che il denaro rimanga infruttuoso nell’attesa del finanziamento completo del prestito.

Inoltre, gli originatori di prestito su Mintos sono obbligati a conservare una quota in ogni prestito che hanno a bilancio, ossia devono avere “skin in the game”, devono mantenere un interesse in gioco, così da allineare gli interessi degli originatori stessi a quelli degli investitori.

Con un volume attuale di 150 milioni di euro all’anno di prestiti originati, ci sono sempre tantissimi prestiti disponibili in cui investire su Mintos. Per noi, è altrettanto importante che i prestatori non bancari, i cui prestiti sono disponibili per gli investitori sulla nostra piattaforma, siano esperti nel fornire garanzie, pertanto effettuiamo una profonda due diligence prima di aggiungere nuovi originatori di prestiti alla nostra piattaforma.

 

Grazie Martins per la tua estrema disponibilità e gentilezza!

Clicca QUI per iscriverti a Mintos

 

Mintos: Intervista a Martins Sulte, CEO e cofondatore
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

8 pensieri su “Mintos: Intervista a Martins Sulte, CEO e cofondatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Clicca quiper ulteriori informazioni sull'utilizzo dei cookie.

Chiudi